Home

- Dipartimento

- Staff
- Centro Calcolo
- Biblioteca
- Laboratori
- Tariffario
- Amministrazione
- Downloads


Didattica


- Docenti

- Offerta didattica
- Calendario attività
- Orario lezioni
- Calendario esami
- Calendario lauree
- Esame inglese I
- Tesi


Dottorato


- Info amministrative

- Scuola di dottorato
-Tesi

Servizi per gli Studenti

- Avvisi
- Modulistica
- Attività
- Tirocini


Siti di interesse

- Associazioni
- Cantieri navali


Siti di interesse

- Associazioni
- Cantieri navali


   
Offerta Didattica

Corso di Laurea in Ingegneria Navale
(Classe delle Lauree magistrali in Ingegneria Navale - Classe n.LM-34)


La Laurea Magistrale in Ingegneria Navale si propone di ampliare la formazione impartita nel primo ciclo di studi fornendo gli strumenti conoscitivi necessari per ideare e sviluppare soluzioni tecniche innovative. I laureati magistrali in Ingegneria Navale devono: conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base ed essere capaci di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi complessi dell'ingegneria o che richiedono un approccio interdisciplinare; conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria navale, nella quale sono capaci di identificare formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare; essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi; essere capaci di progettare e gestire esperimenti di elevata complessitÓ; essere dotati di conoscenze di contesto e di capacitÓ trasversali; avere conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale e della gestione dell'impresa (cultura d'impresa); essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Gli ambiti professionali tipici per i laureati magistrali in Ingegneria navale sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi sia nelle amministrazioni pubbliche. I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso cantieri di costruzione di navi, imbarcazioni e mezzi marini, industrie per lo sfruttamento delle risorse marine, compagnie di navigazione, istituti di classificazione ed enti di sorveglianza, corpi tecnici della marina militare, studi professionali di progettazione e peritali, istituti di ricerca e formazione. La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale in Ingegneria Navale consiste nella discussione di una tesi di laurea elaborata dallo studente in modo originale sotto la guida di uno o pi¨ relatori. Tale tesi consiste nella redazione di un progetto di massima riguardante una unitÓ navale oppure in una relazione su uno studio monografico teorico o sperimentale su particolari argomenti svolti nel corso degli studi che dimostri la padronanza degli argomenti, la capacitÓ di operare in modo autonomo e un buon livello di capacitÓ di comunicazione.

Regolamento del Corso di Studi
Guida dello studente